Le vendite di tecnologia indossabile sono salite a 121 milioni di unità nel 2018

Secondo un'analisi di mercato della società di ricerca CCS Insight le vendite di tecnologia indossabile sono cresciute del 29% nel 2018, attestandosi così a 121 milioni di unità, con gli smartwatch e gli orologi sportivi che la fanno da padroni, registrando vendite pari a 74 milioni di unità, e guadagnano terreno sui fitness tracker.

CCS Insight prevede che le vendite aumenteranno a 142 milioni di unità nel 2019 e a 260 milioni nel 2023, periodo quest'ultimo nel quale nuove categorie di dispositivi indossabili, comprese le scarpe intelligenti, espanderanno il mercato degli indossabili, portandolo ad un valore di circa 30 milioni di dollari.

Apple ha venduto 26 milioni di orologi nel 2018, afferma CCS Insight, incrementando le unità del 63% da inizio a fine anno. Le vendite di Apple, inoltre, hanno rappresentato il 65% del valore totale del mercato degli smartwatch nel 2018.

Ben Wood, capo del settore ricerca di CCS Insight, afferma: "Apple Watch è diventato un dispositivo di risonanza per l'intera categoria smartwatch. Altri produttori stanno beneficiando dal fatto che anche le persone con smartphone Android si avvicinano al mondo smartwatch. Questo è evidente nei progressi fatti dai produttori, tra cui in modo particoalre Fitbit, Fossil, Garmin, Huami, Huawei e Samsung, che hanno venduto più smartwatch nel 2018".

CCS Insight ritiene che più possessori di smartphone Android acquisteranno uno smartwatch se verrà loro offerta la giusta combinazione tra prodotto, marca e prezzo. Il successo di Fitbit con gli smartwatch è la dimostrazione di ciò, ed ha spinto la società di ricerca CCS ad avere una visione più ottimistica del mercato. CCS Insight infatti prevede che verranno venduti 90 milioni di smartwatch nel 2019, salendo a 162 milioni di unità entro il 2023.

I produttori di smartphone sono attivi da diversi anni nella categoria smartwatch e CCS Insight rileva che Samsung e Huawei hanno visto le loro vendite aumentare nel 2018. Wood commenta: "Considerate le forti posizioni di Samsung e Huawei nel mercato degli smartphone, crediamo che le loro ambizioni di crescita negli smartwatch e categorie più ampie di indossabili siano ben fondate".

Oltre alle società prettamente tecnologiche, anche i marchi di orologi tradizionali hanno messo gli occhi sul mercato degli smartwatch, facendo principalmente affidamento sulla piattaforma Wear di Google. Prima fra tutte Fossil, che, stima CCS Insight, ha venduto 3,5 milioni di smartwatch nel 2018 attraverso i vari brand di cui è proprietaria o che possiede in licenza. Altri player includono Casio, Guess Watches, Mobvoi con i suoi Ticwatch e brand premium come Louis Vuitton, Montblanc e TAG Heuer.

Wood nota: "Il crescente interesse per gli smartwatch da parte di noti marchi di orologi è incoraggiante, soprattutto dopo la quasi totale assenza di orologi connessi al più importante evento del settore Baselworld 2019, tenutosi fra l'altro, proprio poco dopo il lancio di Apple Watch. Avendo inizialmente snobbato tali dispositivi, quasi come se fossero degli "aggeggi", alcuni degli orologiai più progressisti ed innovatori adesso stanno realizzando che devono investire in nuove tecnologie per rimanere rilevanti per una nuova generazione di acquirenti di orologi ".

Sebbene i dispositivi avanzati full-touch come Apple Watch siano gli esempi più importanti di smartwatch, un'enorme fetta del mercato è occupata da semplici orologi cellulari rivolti ai bambini. CCS Insight stima che nel 2018 sono stati venduti 27 milioni di smartwatch per bambini, di cui 25 milioni solo in Cina. Wood aggiunge: "Nuove funzionalità come le videochiamate e le transazioni contactless per i pagamenti delle tasse scolastiche o della mensa si stanno affermando su alcuni di questi dispositivi, affiancandosi alle funzioni standard di chiamate vocali, messaggistica e localizzazione".

CCS Insight si aspetta che il mercato in Cina continui a prosperare nel 2019. Fuori dalla Cina, gli smartwatch per bambini hanno avuto il loro maggiore impatto negli Stati Uniti, dove la società di ricerca ritiene che il crescente interesse dei gestori di telefonia mobile per questi dispositivi, coinciderà con l'arrivo di marchi popolari con prodotti orientati ai minori . Questo porterà al raddoppio delle vendite di orologi per bambini negli Stati Uniti nel 2019.

Un'altra categoria importante sono gli orologi smart sportivi, che rappresentano diversi milioni di unità ogni anno. Produttori come Garmin e Huami (con il suo marchio Amazfit) dominano il mercato e questa rimane una nicchia attraente nonostante il calo del numero di aziende che competono in questo mercato. CCS Insight stima che circa 7 milioni di orologi sportivi saranno venduti nel 2023.

Le fitness band sono tornate a crescere nel 2018, con spedizioni di 44 milioni di unità, rispetto ai 39 milioni del 2017. La gamma di prodotti Xiaomi e del proprio brand Huami hanno rappresentato il 56% delle vendite globali, grazie all'espansione geografica, soprattutto in Asia. La crescita è stata stimolata dai bassi prezzi al dettaglio di Huami e dal sempre più conosciuto brand Xiaomi. CCS Insight si aspetta che questo slancio positivo continui nel 2019.

In netto contrasto con questa tendenza, Fitbit ha visto rallentare le proprie vendite di fitness band, poiché, a discapito di queste ultime, nei mercati occidentali è aumentata la domanda di smartwatch. Ciononostante, il produttore ha recentemente confermato il proprio impegno in questa categoria di prodotti, annunciando Inspire, Inspire HR e la smartband Ace 2 dedicata ai bambini. Wood sottolinea che "le fitness band rimangono una categoria importante, ma la corsa al ribasso sul prezzo sta comprimendo i margini. Nei mercati occidentali c'è un chiaro passaggio dalle fitness band agli smartwatch, che è una tendenza che prevediamo continuerà senza sosta ".

I cosiddetti smart hearables (dispositivi audio smart indossabili) sono una categoria di prodotti che non dovrebbe essere ignorata dai produttori. CCS Insight si aspetta che diventino una delle principali fonti di crescita nel mercato dei dispositivi indossabili nei prossimi anni. Wood dice: "Anche se le vendite di smart hearables nel 2019 dovrebbero essere modeste, attestandosi su 3 milioni di unità, il mercato delle cuffie auricolari puramente wireless (non smart) sta assistendo a una crescita esplosiva, dato che sempre più smartphone mancano di un tradizionale jack audio da 3,5 mm. Anche se la prossima ondata di innovazione dovrebbe concentrarsi sulla cancellazione attiva del rumore, non pensiamo che ci vorrà molto prima che vengano aggiunte funzionalità più intelligenti a questi dispositivi. Stimiamo che oltre 20 milioni di smart hearables saranno venduti nel 2023, con una buona parte di questa crescita derivante da una futura variante degli AirPod wireless di Apple, prodotto già oggi di largo successo ".

Ultimo ma non meno importante, CCS Insight si aspetta che le scarpe sportive intelligenti siano il prodotto che si sposa perfettamente con gli abiti eleganti. La società prevede che verranno spedite 2,5 milioni di paia nel 2019, segnando un inizio modesto in un mercato più ampio, ma con un potenziale significativo.

fonte: CCS Insight

Vota questo post